leitmotiv

COMMON PEOPLE (something went wrong) by the Sleepless Interplay 2018

Il progetto che ha portato alla realizzazione di queste dieci tracce è iniziato a maggio 2017, da un’idea mia, di Stefano e Marco. In questi 14 mesi abbiamo giocato con la musica, come facciamo ormai da tanti anni, in un piccolo studio privato realizzato nel mio appartamento. Strumenti e strumentazione digitale sono il risultato di un fondo comune dedicato alla nostra passione: LA MUSICA. L’aspetto più gratificante è poter coltivare questo interesse proprio tra amici. Avendo tutti la “capacità” e la fortuna di saper suonare più strumenti, le idee musicali sono nate dalla fantasia e affiatamento di ogni singolo componente che ha contribuito al progetto, unendo i miei testi alla musica creata insieme. E’ stato scelto come titolo GENTE COMUNE (qualcosa è andato storto), con l’intento di far sentire le persone meno sole, confrontandoci con quelle problematiche che per pudore spesso teniamo dentro. Ci siamo ispirati alle persone che ci circondano, ma abbiamo cercato di scrivere senza riferimenti, in modo da poter toccare chiunque.

I temi che hanno ispirato le liriche (nell’ordine delle tracce) sono:

  1. L’ ABBANDONO – La difficoltà di lasciarsi alle spalle il passato. YOU CAN’ T STAY è una canzone dedicata all’amore. Alle coppie e al loro amore. Purtroppo non sempre le cose vanno come le avevamo programmate e sognate. E’ raccontata dal punto di vista di chi si stanca e decide di fermare il corso degli eventi. Ma come sappiamo tutti chiudere una porta importante della propria vita non è mai facile.
  2. L’ INCOMPRENSIONE – I pregi in una persona che passano sempre in secondo piano. GENIUS: è una canzone sull’amicizia. Spesso chi si fa in quattro per un’altra persona non riceve le attenzioni che merita o sperava. E’ il mio punto di vista, da osservatore esterno, di uno dei miei più cari e grandi amici di sempre. Tutti ne abbiamo uno… ma il mio sa fare tutto ed è un genio!
  3. L’ AMORE VERO – La paura di costruire un rapporto maturo. THE PAGES OF MY LIFE: è la canzone sull’amore vero. Tutti ne abbiamo o ne abbiamo avuto uno. Serve fortuna per riconoscerlo e maturità per conservarlo. Spesso si commettono errori e si butta via tutto. E poi ci si trova a guardare il soffitto e a scrivere appunto questa “triste canzone d’amore!
  4. L’ AUTENTICITA’ – Il coraggio di essere se stessi. SWEET AND CRAZY: è una dedica alla mamma. Spesso ci si rende conto da adulti dei sacrifici spesi dai nostri genitori per non farci mancare nulla. Meglio tardi che mai.
  5. LA VECCHIAIA – Il corso della vita osservato dall’età matura. BITTER SUNSET: è il punto di vista da figlio, nipote, amico etc che vede invecchiare la persona che ha come riferimento… ad ognuno la propria interpretazione dedicata ad un genitore, parente, amico, mentore etc…  abbiamo dato particolare attenzione all’assolo finale del brano, che come sempre per noi “parla” o cerchiamo di far parlare senza bisogno di parole.
  6. LA PAURA – La differenza tra chi convive con problemi reali e chi se li crea. VOICES IN A BRAIN: è un testo provocatorio. Chi vive momenti difficili tende a chiudersi in se stesso, proprio fra le mura di casa… ho immaginato gli oggetti della stanza che prendono vita per combattere la solitudine. La seconda parte della canzone invece prende un classico ritmo rock e descrive le fobie che onestamente comunque tutti abbiamo.
  7. L’ EVOLUZIONE – Il cambiamento e la crescita personale. I AM HERE: è un testo molto personale. Biografico. Chi mi conosce dovrebbe saper interpretare… era doverosa la citazione a David, John e Freddie.
  8. L’ ESPERIENZA – I consigli di chi ti vuole bene in modo incondizionato. THE WISE: una canzone sulla nostalgia. Personalmente mi manca la mia nonna, che era molto severa, con tutti, ma aveva un cuore immenso ed era sempre pronta a darmi un buon consiglio. Dedicato a tutte le persone di esperienza, spesso regalata dall’età matura, che con la loro saggezza ci aiutano a capire il mondo.
  9. LA VIOLENZA – Il maltrattamento delle donne. BRING ME: abbiamo toccato un tema delicato. Sono certo di non averne la capacità. Ho semplicemente provato a parlare della violenza sulle donne non parlandone. Ho immaginato cosa il buon senso dovrebbe suggerire a tutti, nei rapporti di ogni giorno. Abbiamo intenzionalmente dato voce maschile a questo brano che era stato pensato per una femminile.
  10. L’ ADATTAMENTO – La separazione e il divorzio. ADULT PUPPIES: è dedicata a tutte quelle persone che sono dovute crescere senza il riferimento della famiglia unita. E’ il punto di vista da figlio. Nello specifico l’ho immaginata come dialogo tra fidanzati entrambi con genitori separati o può essere vista anche come confronto tra fratelli.

E’ un magro riassunto, ma speriamo che dai testi e dalla musica (che per noi racconta comunque sempre qualcosa indipendentemente dalle parole) ne esca qualcosa in più. Manuel